IMG3318.JPG

Massimiliano

Parente

logoparenteold
logoparenteold

facebook
twitter
youtube
instagram

© Giulia Bignami

ADAC98EB-F4BF-47AE-90A2-D24A1FCA5D89.JPG

Massimiliano Parente è nato a Grosseto nel 1970, vive a Roma e non ha una biografia, ma solo una bibliografia.

 

Ha pubblicato i romanzi: Incantanta o no che fosse (ES, 1998), Mamma (Castelvecchi, 2000), Canto della caduta (ES, 2003).

 

In seguito ha iniziato la scrittura di una monumentale trilogia, diventata per molti lettori un libro di culto, formata dai romanzi La macinatrice (Pequod, 2005), Contronatura (Bompiani, 2008), L'inumano (Mondadori, 2012), e raccolta e pubblicata dalla Nave di Teseo in un volume unico di mille e settecento pagine con il titolo Trilogia dell'inumano (La nave di Teseo, 2017).

 

Ha scritto i romanzi Il più grande artista del mondo dopo Adolf Hitler (Mondadori 2014, Giunti 2018), L'amore ai tempi di Batman (Mondadori, 2016), il saggio sulla Recherche di Marcel Proust L'evidenza della cosa terribile (Cooper, 2010), i pamphlet La casta dei radical chic (Newton Compton, 2010) e, insieme a Vittorio Feltri, Il vero cafone (Mondadori, 2017). 

 

Ad Aprile del 2018 ha pubblicato il provocatorio saggio Scemocrazia - come difendersi dal pensiero comune (Giunti, 2018). Nel 2018 ha pubblicato il romanzo Parente di Vasco (La nave di Teseo, 2018).

Con Max Papeschi ha pubblicato il catalogo di opere d'arte Max vs. Max (Giunti, 2018).

Il 6 febbraio 2020 uscirà Tre incredibili racconti erotici per ragazzi (La nave di Teseo, 2020).

 

Collabora in esclusiva con "Il Giornale". Non è un giornalista.

Parente di Gipi.

Create a FREE Website